Treviso in bicicletta

Immagine

Una vacanza o un weekend fuori porta sono veri e propri momenti di relax che ognuno vive a suo modo, a seconda delle proprie passioni e gusti.
Gli enti locali organizzano numerose gite e itinerari davvero originali con lo scopo di attirare le più svariate tipologie di turisti.
A Treviso ad esempio ci sono numerosi percorsi pensati e studiati per gli amanti delle vacanze all’avventura e ai patiti di sport… In particolare per chi ama la bicicletta, tanto da non abbandonarla nemmeno in vacanza!

Bici in Vacanza è un tour alternativo e originale di Treviso e della sua meravigliosa provincia a cavallo delle due ruote! La Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano e Valdobbiadene, la Strada dei Vini del Montello e dei Colli Asolani e la Strada dei Vini del Piave coniugano l’attività all’aria aperta con la sosta per le degustazioni in cantina o nei tipici agriturismi.

Una serie di percorsi suddivisi in 8 tappe che coprono tutto il territorio trevigiano e che guidano il turista sulla dolci colline delle prealpi e lungo i fiumi che attraversano la fertile pianura: vecchi  borghi, ville venete, abbazie, castelli e torri medievali.

Tutte le soste includono visite ai centri più importanti del trevigiano, ricchi di storia e d’arte. Senza escludere la tradizione enogastronomica locale… perché bisogna pur far rifornimento di energie per pedalare!

Di seguito le 8 tappe:

1a Tappa. Le Ville del Sile e del Terraglio
2a Tappa. L’alto corso del Sile e le mura di Castelfranco
3a Tappa. La campagna occidentale trevigiana e i colli di Asolo.
4a Tappa. Le dolci salite del Montello e del Solighese.
5a Tappa. Un paesaggio ameno: le Prealpi Trevigiane.
6a Tappa. Alle pendici del Cansiglio: da Vittorio Veneto a Conegliano
7a Tappa. Le campagne della sinistra Piave: da Conegliano a Oderzo.
8a Tappa. Il medio corso del Piave e le ville a nord-est di Treviso.

Un altro itinerario che consigliamo agli amanti delle due ruote è Girasile, un suggestivo percorso lungo la ciclovia E4, ovvero un anello di circa 40 km che collega Treviso a Casale sul Sile seguendo il corso del il fiume di risorgiva più lungo d’Europa.

Il percorso suggerisce 4 itinerari tematici che coinvolgono diversi tipi di turisti: dall’amante della buona cucina all’esperto d’arte. Il tutto rigorosamente a bordo di una bicicletta!

Il GiraSile del Gusto dove assaggiare radicchio, asparagi, casatella, trota e storione; il GiraSile della Natura con le oasi, le macchie boscate, le siepi e i paesaggi a campi chiusi; il GiraSile dell’Arte che comprende le aree di interesse storico, archeologico e rurale; ed infine il GiraSile dell’Acqua che favorisce l’interscambio auto-bici-barca alla scoperta del fiume in canoa, kayak e vecchie ‘pantane’.

Qui il video del percorso del Girasile realizzato della Regione Veneto:
http://www.youtube.com/watch?v=Eqqo6aQbPEY&list=PL881864934DDB81BA&index=7&feature=plcp

Qui per maggiori informazioni: http://www.parcosile.it/pagina.php?id=18

Girasile Treviso

Girasile Treviso

Annunci

Cosa e dove mangiare a Treviso

Cosa mangiare a Treviso…

La cucina è parte integrante della cultura e della storia di una città. Per un turista, che visita una città per la prima volta, è bello e interessante scoprire i gusti e le usanze culinarie e gastronomiche di un popolo.

Oggi vogliamo raccontarvi cosa potrete trovare sulle tavole dei trevigiani quando verrete a Treviso.

Il radicchio rosso di Treviso e il variegato di Castelfranco sono un’eccellenza di questa zona che ci invidiano in tutta la penisola. Chi non ha mai provato il famosissimo e buonissimo risotto al radicchio trevigiano?

E la pasta? Ovviamente in nessuna città italiana può mancare la pasta. Allora eccovi serviti i bigoli (bìgoi), gli gnocchi (gnòchi) e tagliatelle (tajadèe).

Il piccione è alla base di uno dei piatti più conosciuti di Treviso: la sopa coada, un pasticcio dalla consistenza piuttosto asciutta in cui strati di carne disossata si alternano a pane raffermo.

Sulle tavole dei trevigiani non manca però il pesce, in particolare quello di fiume, come lo stoccafisso, lo storione, la trota e i tipici sardée in saor e le sepe co ‘l so ner.

Il dolce più famoso della cucina trevigiana è il Tiramisù, ideato nello storico ristorante “Alle beccherie”, che dopo 76 anni di glorioso servizio, ha chiuso le serrande.

… Cosa bere a Treviso

Immagine
Treviso e la sua provincia vantano una storica tradizione vinicola. Questa è infatti la patria del Prosecco e dei Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene.

… Dove mangiare a Treviso

Pizzeria Spillo
Sicuramente una delle migliori pizzerie di Treviso ( se non la migliore).
Viale Gian Giacomo Felissent, 18, 31100 Treviso

Ristorante L’Incontro
Dal 1970 accoglie i suoi ospiti in un’atmosfera raffinata ed elegante.
Largo di Porta Altinia, 13, Treviso

Trattoria Ponte Ottavi
Ottima la tartare!
Strada Ottavio Ottavi 12 | Località Sant’Angelo, 31100 Treviso


ImmagineImmagine

Le meravigliose ville palladiane

Tra le tante attrazioni turistiche di cui può vantare la Regione del Veneto ci sono sicuramente le meravigliose ville del Palladio! Ben 24 ville sono attualmente considerate Patrimonio Universale dell’UNESCO.

Le ville, progettate dall’architetto Andrea Palladio nel ‘500, in pieno Rinascimento, sono situate principalmente nella zona del vicentino e nella provincia di Treviso.

Nello specifico le 3 meravigliose ville Palladiane che potrete visitare quando fate tappa a Treviso sono Villa Barbaro, Villa Elmo e Villa Zeno, che sono anche le più famose e più importanti!

Villa Barbaro con le sue rose, le piante di glicine e bignonie rampicanti, accoglie il visitatore nel cortile di entrata. Da non perdere le sei sale affrescate da Paolo Veronese, che costituiscono il suo più esteso e importante lavoro in affresco dalle quali si vede il Ninfeo con gli stucchi di Alessandro Vittoria.

Immagine
Sito web: www.villadimaser.it

Tra tutte le ville palladiane, Villa Elmo è probabilmente quella più caratteristica per via della forma stessa della Villa: aperta su tutti i fronti per controllare visivamente il vasto territorio di pianura.

Immagine
Sito web: www.elmo.org

Villa Zeno è una delle meno conosciute e geograficamente parlando, una delle più orientali.  Attualmente la villa necessita di interventi di restauro ma merita comunque una visita!

Immagine

Inoltre, se siete degli appassionati del Palladio, dovete sapere che alcune associazioni organizzano degli itinerari per  visitare tutte le ville, passando dalle citta’ di Padova, Rovigo, Vicenza e  infine Treviso.

Di seguito un sito che si occupa esclusivamente di escursioni alle numerose ville del Veneto: http://www.villevenete.net/portalVV/faces/public/viven/home/itinerari

 

H-FARM Ventures: il grande successo della start-up di Treviso

H-Farm TrevisoH-Farm è una start-up di Treviso che sta crescendo sempre di più negli ultimi anni e che ha anche incassato un bel endorsement da parte dal premier Matteo Renzi che, nella sua prima visita ufficiale da Presidente del Consiglio a Treviso, è andato subito a visitare la sede di H-Farm!

H-FARM è una piattaforma nata con l’obiettivo di aiutare giovani imprenditori nel lancio di piccole imprese innovative nel settore internet e di supportare la trasformazione delle aziende italiane aiutandole a crescere e cogliere tutte le opportunità offerte dal digitale.

L’obiettivo prefissato dagli start upper trevigiani è di riuscire a fare crescere il territorio tramite l’innovazione tecnologica e digitale.

Qualche mese fa H-FARM ha avviato un’importante collaborazione con un’eccellenza veneta, VINITALY, da cui è nato l’evento “HACK-WINE” : una maratona 24 ore no-stop, interamente dedicata allo sviluppo di idee e progetti digitali legati al settore wine.

L’intento di HACK WINE era di portare la comunicazione del vino oltre i canali tradizionali rappresentati da comunicati stampa, eventi promozionali ed attività di incoming per andare ad abbracciare nuovi modelli di business che si basino sull’utilizzo di piattaforme digitali quali blog, siti internet e social media.

E’ notizia di qualche giorno fa che la Regione Veneto ha acquistato il 4% della società trevigiana, a testimonianza del grande successo che sta riscuotendo questa importante start-up a cui auguriamo un grande in bocca al lupo!

Website: www.hfarmventures.com

Le mostre presso La Casa dei Carraresi

casa_dei_carraresi_trevisoLa Casa dei Carraresi é un punto di riferimento ormai fondamentale per il panorama culturale trevigiano.

Centro congressi ed esposizioni di Cassamarca, nel 2000 è stato acquistato dalla Fondazione che, come avvenuto per Ca’ Spineda, ha inteso così assicurare alla città la fruibilità del bene.

Ciò che rende le sale della Casa così speciali è il fatto che sono concesse ai cittadini di Treviso “gratuitamente” e sono ormai da anni sede di grandi mostre di artisti locali e internazionali.
242 sono ad oggi gli avvenimenti ospitati: convegni, mostre, incontri, concerti, ecc. Circa 340.000 sono stati i visitatori! Un successo culturale e artistico.
L’edificio è definibile come “modernità ed efficienza al servizio della città“.

Quindi per noi di Mipiacetreviso è un luogo da visitare e anche spesso 😉

La Teresona di Treviso

La Teresona di Trieste

Sapevate che “La Teresona”, statua che rappresenta l’Italia e si trova in piazza Indipendenza, è un simbolo per Treviso?
E’ uno dei monumenti più fotografati della città.