‘Ndemo a bere un’ombra?

keep_calm_ndemo_bere_ombra

I turisti che vengono a visitare il bellissimo Veneto – e quindi anche a Treviso-  sentirà spesso dire questa frase: “ ‘Ndemo a bere un’ombra!” ovvero “Andiamo a bere un bicchiere di vino”.

Non è strano che il bicchiere di vino venga chiamato “ombra”? Ovviamente, come tutti i detti popolari, ha origini antichissime e leggendarie.

Durante il periodo della Serenissima Repubblica di Venezia era piuttosto normale che un incontro d’affari tra due mercanti finisse con un bicchiere di vino per suggellare il patto. I bar dell’epoca però erano bancarelle gestite da un vinaio che mesceva il vino in bicchieri nel mezzo delle piazze o lungo i portici.

Bere un bicchiere di vino in estate, sotto il sole caldo non era del tutto gradevole, per non parlare dell’effetto aumentato che l’alcol esercitava con la calura estiva. Fu così che un ingegnoso gestore di una bancarella in Piazza San Marco decise di sfruttare la generosa ombra del campanile dell’omonima piazza, spostandosi di ora in ora a seconda dell’ombra proiettata per terra. I simpatici bevitori veneziani cominciarono così a rivolgersi l’invito “andiamo all’ombra?” per intendere l’ombra del campanile dove si vendeva il vino. Con il passare del tempo “ombra” divenne sinonimo di “bicchiere di vino”. Da qui l’espressione “bere un’ombra”, ancora comunemente usata nel dialetto veneto.

Leggete questo post per scoprire tutti i vini della nostra zona di Conegliano e Valdobbiadene: https://mipiacetreviso.wordpress.com/2014/10/13/treviso-e-i-suoi-vini/

Annunci

Treviso e i suoi vini

valdobbiadene-prosecco-superiore-849x400

E’ da qualche mese che utilizziamo questo blog per raccontarvi Treviso e ci siamo resi conto di non avervi ancora parlato del grande orgoglio delle nostre terre: il vino.

Visto che è tempo di vendemmia questo post cade a fagiolo… anzi, a chicco d’uva!

Uno dei vini più rinomati e amati in Italia ed all’estero è sicuramente il prosecco di Valdobbiadene,  in particolare della tipologia Superiore di Cartizze, ma quest’area è ricca di vitigni che producono diverse tipologie di vini.

Inutile dire che un giro di degustazione per le cantine è ovviamente consigliato! Un bel “Weekend in Cantina’ sulla Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene è perfetto per gli amanti del vino ma anche per chi ama la natura e il territorio o anche solo per chi vuole trascorrere una giornata diversa in compagnia di amici o parenti.

Qui trovate tutte le informazioni sulle date e le cantine aperte http://www.marcadoc.com/cantina-nel-weekend-alla-scoperta-delle-cantine-della-strada-del-prosecco/

Le zone dei vini

Il Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene viene prodotto unicamente nel Trevigiano in quella parte collinare che si estende da Conegliano  a Valdobbiadene, per raggiungere, con le sue ultime propaggini il fiume Piave.

Il Verduzzo Trevigiano viene coltivato prevalentemente nella provincia di Treviso alla sinistra del Piave.

Con il nome di Bianchetta Trevigiana venivano indicate in passato, uve con caratteristiche diverse,

conosciuta anche come Bianca Gentile di Fonzaso.

Gli uvaggi trevigiani:

Chardonnay

Cabernet Franc

Cabernet souvignon

Chardonnay bianco

Durella – da controllare –

Malbech

Malvasia bianca  di candia

malvasia bianca lunga

Manzoni bianco

Merlot

Molinara

Moscato bianco

Pinot bianco

Pinot grigio

Pinot nero

Prosecco

Prosecco lungo

Raboso piaveLa Rondinella

Rossignola

Souvignon

Syrah

Tocai

Verdisio

Verduzzo Trevigiano

Vespaiola

regioneveneto